So ’90s: Wet Hair Look

Forse ho parlato troppo presto, quando ho detto che saremmo sopravvissuti al ritorno degli anni’90. Non avevo considerato il possibile riaffacciarsi di una delle tendenze più sgradevoli degli ultimi 50 anni: l’effetto bagnato. Eccolo qui invece, in tutto il suo “splendore”, sulla testa di nientepopodimenoche la splendida Irina Shayk sulla copertina di GQ.

Insomma, anche 15 anni dopo continua a non essermi chiaro il fascino di questo trend, che invece persino la divina Heidi Klum non ha perso tempo per fare proprio, esibendolo di recente sul Red Carpet. Personalmente, più che bagnati questi capelli a me sembrano sporchi, o quanto meno sembra che lo styling sia stato fatto con una bella fetta di strutto strisciata sulla cute… brr.

Comunque, dato che de gustibus non est disputandum, se siete amanti di questo tipo di look, vedrete che ottenerlo è quanto di più facile. Ci sono sostanzialmente due modi per avere questo aspetto.

Il primo consiste nel cospargere i vostri capelli appena lavati con un gel specifico per “Wet Look” e poi lasciare che si asciughino all’aria.

Questi sono solo due esempi, ma in profumeria e nei supermercati è già un proliferare di prodotti del genere, avrete l’imbarazzo della scelta.

Alternativamente potete…. smettere di lavarvi i capelli. Vedrete che il risultato sarà sorprendentemente simile! Certo, il fatto che nessuno vorrà più avvicinarvi potrebbe essere leggermente controproducente, ma considerate che probabilmente succederebbe anche usando il gel visto che difficilmente si noterebbe la differenza…

V.

Annunci

Informazioni su valerieallmyhair

Italiana, Fashion Designer con irrefrenabile passione per il mondo dell'Hair Styling.
Questa voce è stata pubblicata in Acconciature, Capelli lunghi, Tendenze, Trattamenti, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.